Anche Repubblica ammira Ubuntu!

by

Era il 18 Aprile scorso quando mi sono detto:

Ma quando Mink… esce il “Feisty Fawn”?

E cosi sono andato a fare una capatina nel sito di Ubuntu e con gran meraviglia e soddisfazione noto che il countdown recitavava:

Esce DOMANI

Cosi contento e felice il giorno dopo (rigorosamente scroccando la banda dell’ufficio 😀 ) mi appresto a scaricare la nuova versione di Ubuntu, la 7.04, ma qualcosa di inaspettato accadde.
Al digitare del classico www e dopo qualche secondo di attesa…….

….tempo di attesa scaduto….
….impossibile visualizzare la pagina….

mmmmhhh… provo un refresh…..nulla. Ne provo un altro e un altro ancora, niente, sembrava che il server di Ubuntu fosse giù.
“giusto giusto oggi” ho pensato, ma non demordo e riprovo dopo un pò.
Ancora niente, se non chè all’ennesimo tentativo di refresh….. ecco che appare la tanto attesa Homepage!
Clicco su download e…… qualche secondo…..ora va…..e allora?……altro bel messaggio, ma stavolta…

…..spiacenti ma è statto raggiunto il limite massimo di connessioni disponibili….

Vengo a scoprire dopo un pò, dall’ormai notissimo Pollycoke che i server di Ubuntu sono letteralmente presi d’assalto proprio per scaricare “l’Esuberante Cerbiatto” tanto atteso. Sullo stesso sito scopro anche l’indirizzo di un mirror dal quale scaricare la nuova distro senza passare dagli inaccessibili server. Ma anche quello non scherza in affollamento.
Sono da poco passete le 2:00 di notte quando riesco (straordinario in ufficio? no, ovviamente da casa 😀 ) a completare un download.

Questa è la storia di come io ho vissuto la release che aspettavo, ma dove volevo concntrare la vostra attenzione era in questo link!
Buona Lettura!

Annunci

4 Risposte to “Anche Repubblica ammira Ubuntu!”

  1. abex Says:

    L’ho scaricata ieri ed installata oggi….e senza la necessità di staccare il mouse o mettere a testa in giù il portatile!

    Scherzi a parte, grazie a questa distribuzione Linux sta facendo passi da gigante!

    Se la Pubblica Amministrazione si accorgesse delle sue potenzialità (così come avvenuto in Brasile e a Monaco) avrebbe una riduzione di costi software notevole e nuove possibilità di lavoro per tutti noi (tranne per Cuzzio ovviamente… ;).

  2. peppone Says:

    peccato che poi su un portatile come il mio non parte a primo colpo e bisogna fare le capriole per farla partire…..sono dovuto tornare a dapper per avere un’istallazione semplice…. almeno sono contento perchè dapper è un LTS e vado tranquillo fino al 2009!!!!
    cmq w ubuntu e w lo sviluppo di questi maledetti driver video!!!!!!!

  3. iomeneandrei Says:

    peppone, io ho risolto i problemi di scheda video (nvidia o ati) con ENVY:
    http://www.albertomilone.com/nvidia_scripts1.html

    baci e abbracci

  4. harrier8 Says:

    @ Peppone
    hai provato a fare dalla dapper l’upgrade? Sembra essere facile, e credimi, i vantaggi con lo feisty sono davvero notevoli, e non mi riferisco solo al “cubo rotante” già installato….. provare per credere.

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: